Calcestruzzo e applicazioni

Calcestruzzo Roma
La moderna edilizia sfrutta ancora nozioni che affondano le loro radici nel tempo, attraverso l’uso del calcestruzzo, che già in epoca romana si è reso partecipe delle testimonianze ancora tangibili dell’operato costruttivo dell’epoca. Esso è un materiale molto duttile e malleabile, che ha la prerogativa effettiva di poter essere colato in stampi (casseri) realizzati in legno, è quindi essere preordinato ad una forma precisa. Indurendosi esso diventa estremamente resistente, è con l’aggiunta di fibre e sostanze chimiche fluidificanti, è in grado di raggiungere livelli di durezza estremamente alti. Il calcestruzzo ad alta resistenza, ad esempio, è idoneo e molto indicato in realtà territoriali a rischio calamità, esso viene utilizzato nella fondazione e costruzione di strutture abitative che devono resistere a sollecitazioni forti, quindi anche in campo militare, e industriale. Il calcestruzzo trova anche forme rinforzate con fibre di diversa natura, vetro, acciaio, nylon e composti di vario tipo diventano un ulteriore legame, che rende questo materiale più elastico, più solido o rinforzato per adattarsi a molte applicazioni. Esistono veri e propri studi che classificano e ordinano i composti che ogni miscelazione deve avere per essere efficace, esistono quindi scale di misurazione che ne quantificano elasticità, durezza, compattezza, resistenza e deformazione. Esistono calcestruzzi ciclopici, che vengono usati per le fondazioni e le grandi opere portuali e nella realizzazione di dighe, nella quale vengono inseriti grandi blocchi di materiale inerte (pietra) e poi viene colato il calcestruzzo, che lega le salda i vari blocchi, con grande risparmio di materiali e un risultato solido; il calcestruzzo fibo-rinforzato nella quale vengono inserite fibre di vario genere; calcestruzzo proiettato, che consiste in una miscela molto liquida e a pronta presa, che sparata su muri e superfici si posiziona in tempi brevi; calcestruzzo autocompattante che si pareggia e comprime in maniera autonoma, senza l’utilizzo di forzature meccaniche; calcestruzzi ad alte prestazioni che vengono usati in campi particolari di applicazione militare e sul quale si stanno ancora effettuando studi precisi. Insomma dall’epoca dei romani questo materiale ha da sempre trovato nuove forme e nuove applicazioni, (dalle Cave) capaci di adattarsi a tutte le necessità industriali e tecniche, della nuova ingegneria edilizia e cittadina. La Eples è un’azienda che nasce nel territorio Pontino, e fornisce e le risorse necessarie alle industrie costruttive, attraverso la fornitura di materie come calcestruzzo, ghiaia, sabbia, cemento e malta, tutte rigorosamente ottenute da scavi di erosione controllati e normati, nel piano rispetto dell’ecosistema e del leggi che regolamentano lo sfruttamento delle risorse naturali, contribuendo anzi al rimboschimento della zona e al mantenimento della stesa come patrimonio naturalistico controllato. La Eples in oltre ha diverse sedi nella quale è possibile trovare anche impianti di betonaggio, con relativi macchinari di trasporto ed erogazione del cemento. Collabora con grandi enti nella fornitura di materiale per il rifacimento del manto stradale del tratto dell’Appia che si dirige verso Latina. I cantieri edili e le strutture preordinate all’edilizia (Eples si occupa anche di forniture per l’edilizia) già conoscono i servizi e la serietà di questa azienda, facile da prendere in visione attraverso il sito internet correlato.

2 pensieri su “Calcestruzzo e applicazioni”

  1. Pingback: EUGENE
  2. Pingback: Sample

I commenti sono chiusi.